Brixia Airshow

Brixia Airshow 2009, evento organizzato il 5 ed il 6 settembre per celebrare il Primo circuito Aereo Internazionale che ebbe luogo nel settembre del 1909 presso l'allora campo di volo di Montichiari, quando nei cieli bresciani si alzarono in volo numerosi piloti con i loro prototipi, sfidandosi in esibizioni di abilità. Numerosi i velivoli presenti in mostra statica tra cui il Raphale dell'Armeè de l'Air. Il programma entra nel vivo alle ore 10.30 per chiudere alle ore 18. La scaletta prevede un' apertura nel segno dell'ala rotante con un vecchio AB-47; quindi spazio al Piper 220T, al Diamond DA40 dell' Aeroclub di Brescia, prevista poi la simulazione di un intervento dell' AB-212 della Guardia di finanza il quale ha calato col verricello anche uno splendido pastore tedesco addestrato per le ricerche.

La storia prende il via quando protagonisti sono lo Stinson L ed il Macchino MB-308, in seguito volo executive con il King Air. Dall' ala fissa a quella rotante con le evoluzioni a bassa velocità dei Pilatus PC3 dell'Aeronautica Svizzera con base ad Ambrì, ed ancora intrecci e volteggi con lo Yak Team Italia e con gli agilissimi SF-260 dei Breitling Devils (ex piloti delle Pattuglia Acrobatica Nazionale), seguiti da un M-18 Dromader e un CAP-231, tra i quali si è fatto vedere un "gigante dell'aria": l' MD-11 di Cargo Italia. Unico jet militare esibitosi solamente nella giornata di sabato l'addestratore franco-tedesco Alpha Jet, il quale dopo alcuni passaggi partendo da un touch and go, ha effettuato una serie di manovre che hanno messo in mostra la maneggevolezza dell'aereo. Occhio al cielo, alle ore 17 decollate dalla base di Ghedi le Frecce Tricolori entrate in formazione a "diamante" e presa confidenza con i punti di riferimento studiati prima della prova, si sono lanciate subito in un volo rovescio, con un looping in formazione, era solo l'inizio: poi un susseguirsi di figure acrobatiche di precisione hanno entusiasmato i presenti; e nell' alona a carrello abbassato con i classici fumi bianchi (usati nella giornata di prove) le Frecce con i loro equipaggi hanno chiuso lo show del sabato.

Con il rombo dei motori e le magie delle acrobazie saranno in molti a tornare il giorno successivo giornata che doveva segnare il gran finale, purtroppo invece la giornata è stata segnata da un tragico evento poichè un CAP10 dell' Aeroclub bresciano dopo aver perso quota ha impattato con il suolo con la conseguente morte del pilota. Marzio Maccarana 26 anni di Gussago è spirato davanti a 100 mila persone, i quali sgomenti non hanno potuto far altro che raccogliersi in silenzio. Un lungo e meritato applauso ha accompagnato l'annuncio dello speaker il quale ha confermato ciò che tutti pensavano: un morto certo, mentre il secondo pilota è stato ricoverato in gravi condizioni presso l'ospedale cittadino. E' così che lo spettacolo ha ceduto il passo al dramma. Come segno di rispetto verso chi con la propria passione, ci ha rimesso la vita, i velivoli della PAN hanno annullato la loro esibizione; quindi con molta emozione il pubblico presente ha fatto ritorno verso i parcheggi.

PHOTOGALLERY